IMPRESA E MARCHIO: LA RICERCA DI ANTERIORITA’

Il segno mediante il quale un’impresa si distingue nel mercato economico dalle altre, è denominato “marchio”; esso, altro non è, che la rappresentazione percettibile sensorialmente che distingue i prodotti ed/od i servizi dell’impresa cui si riferisce.

Il marchio può sostanziarsi in un disegno, una cifra, una o delle lettere, in particolari colori od accostamenti tra essi, in un “packaging” (ovvero la forma dei prodotti o degli involucri), sino, addirittura, al suono (ad esempio una melodia, uno strillo, una risata, etc), e così via… dunque, di qualunque rappresentazione “caratterizzante” un’impresa ed il suo prodotto e/o servizio, tale che ne permetta l’immediato riconoscimento nel mare magnum di imprese all’interno del mercato che equilibri domanda ed offerta.

Leggi tutto “IMPRESA E MARCHIO: LA RICERCA DI ANTERIORITA’”

Conoscenza e creativitá. Dalla parte delle Muse e dell’imprenditoria virtuosa

Scrive bene l’amico Andrea Russo nel suo articolo di qualche tempo fa su queste stesse pagine: “Scienza, informatica, pragmatismo hanno scacciato le Muse; declina ogni forma d’arte, intesa come sentimento lirico espresso in modo compiuto, capace di coinvolgere ed estasiare.
Anche l’ars oratoria è trapassata; le forbite arringhe di Maestri facondi non echeggiano più nelle aule di giustizia”. Leggi tutto “Conoscenza e creativitá. Dalla parte delle Muse e dell’imprenditoria virtuosa”