LA STORIA PREGRESSA DELLE INVESTIGAZIONI DIFENSIVE: UN DIRITTO NEGATO?

Il legista del 1988 non aveva marcato chiaramente i lineamenti di quella che veniva definita come la fase di attività di indagine difensiva: tracciando l’art. 38 delle Disp. Att., aveva infatti solo accennato al diritto alla prova. Quella che per prima ha inciso maggiormente sul tema delle indagini difensive all’interno del sistema processuale penale italiano, innovandolo su tal fronte, è stata la legge n. 332 del 1995, la quale ha in modo assoluto sottoposto all’attenzione dell’opinione pubblica il valore della centralità dell’indagine difensiva nel processo penale. Leggi tutto “LA STORIA PREGRESSA DELLE INVESTIGAZIONI DIFENSIVE: UN DIRITTO NEGATO?”

LA SUPREMAZIA DEL P.M. NEL PROCESSO PENALE AMERICANO

Il soggetto imputato, nell’ordinamento processual penalistico americano, non ha di regola un vero e proprio diritto alla “revisione” della decisione del Pubblico Ministero a meno che non lamenti la violazione di quei precetti costituzionali che fungono indirettamente da canoni anche per l’esercizio della funzione d’accusa.

Leggi tutto “LA SUPREMAZIA DEL P.M. NEL PROCESSO PENALE AMERICANO”

LA NOZIONE DI AMMINISTRATORE. RUOLO DELL’AMMINISTRATORE NELLE SOCIETÀ DI PERSONE E DI CAPITALI

Il codice civile non definisce in via generale le funzioni degli amministratori, ma indica tutta una serie di specifici obblighi in relazione a singole vicende della società, limitandosi a dettare il principio secondo cui gli amministratori sono tenuti ad adempiere gli obblighi ad essi imposti dalla legge e dall’atto costitutivo, con la diligenza del mandatario come dall’art. 2392 c.c. comma 1. Leggi tutto “LA NOZIONE DI AMMINISTRATORE. RUOLO DELL’AMMINISTRATORE NELLE SOCIETÀ DI PERSONE E DI CAPITALI”

Il principio di sussidiarietà nel diritto europeo e nel diritto nazionale, con particolare riferimento alle sue applicazioni nel settore scolastico italiano

Un tratto caratterizzante l’evoluzione normativa, che ha interessato il nostro sistema giuridico negli ultimi decenni, consiste nell’influenza esercitata dall’ordinamento dell’ UE.

Il principio di sussidiarietà, sancito dall’ art.5 del TUE, così come modificato dal Trattato di Lisbona, ne costituisce un chiaro esempio. Leggi tutto “Il principio di sussidiarietà nel diritto europeo e nel diritto nazionale, con particolare riferimento alle sue applicazioni nel settore scolastico italiano”

Dall’avvocato di toga all’avvocato di “affari”

Noi che ci conoscemmo in occasione di corsi in materia di Deontologia forense.

Noi che il presente blog vedemmo presentare nel medesimo occorso.

Noi che abbiamo vissuto ogni possibile istante nella lunga e tormentata vicenda dell’esercizio professionale. Leggi tutto “Dall’avvocato di toga all’avvocato di “affari””

Conoscenza e creativitá. Dalla parte delle Muse e dell’imprenditoria virtuosa

Scrive bene l’amico Andrea Russo nel suo articolo di qualche tempo fa su queste stesse pagine: “Scienza, informatica, pragmatismo hanno scacciato le Muse; declina ogni forma d’arte, intesa come sentimento lirico espresso in modo compiuto, capace di coinvolgere ed estasiare.
Anche l’ars oratoria è trapassata; le forbite arringhe di Maestri facondi non echeggiano più nelle aule di giustizia”. Leggi tutto “Conoscenza e creativitá. Dalla parte delle Muse e dell’imprenditoria virtuosa”

L’avvocatura non puó avere confini

L’avvocatura non raggiunge più le vette del cinema americano degli anni quaranta. La sua eloquenza non genera più il dubbio dove parrebbe chiaro il bene ed il male arroccando quasi a mossa di scacchi la sua autorevolezza e quindi a viva voce i suoi vertici gridano che non è più bastevole la maieutica quale attrezzo essenziale di ogni avvocato nel contribuire assieme al giudice all’esercizio della giustizia, nella sua rara occasione che è il processo. Leggi tutto “L’avvocatura non puó avere confini”